Per continuare ad usare il sito, è necessario accettare i termini e conidizioni e il nostro uso dei cookies

Installazione inclusa - Garanzia 7 anni
Installazione inclusa - Garanzia 7 anni
Ultime Notizie
Norme  gas, aggiornamento UNI 10641, UNI 7140

Norme gas, aggiornamento UNI 10641, UNI 7140

Tra gli impianti tecnologici quelli per l’adduzione del gas (metano o gpl) ai piani cottura, alle caldaie ed altri apparecchi, sono quelli che destano maggiori preoccupazioni per i rischi di scoppi ed incendi ad essi correlati.

 Negli scorsi mesi, l’UNI che è il principale ente normatore nel nostro Paese, ha pubblicato due importanti aggiornamenti normativi, essi riguardano i tubi flessibili, principalmente utilizzati per addurre il gas ai piani cottura, e le canne fumarie collettive. I due aggiornamenti hanno modificato rispettivamente la norma UNI 7140 (del 1993 ed aggiornata nel 1995) e la UNI 10641 (del 1997). UNI 7140 2013, tubi flessibili gas non metallici

La norma UNI 7140 2013: Apparecchi a gas per uso domestico, tubi flessibili non metallici per allacciamento di apparecchi a gas per uso domestico e similari, definisce i requisiti ed i metodi di prova dei tubi flessibili non metallici utilizzati per l’alimentazione di apparecchi aventi una potenza termica nominale non superiore ai 35 kW, con gas combustibili come il metano ed il GPL. Oltre alla definizione delle prove che devono essere effettuate dalla case costruttrici, la UNI 7140 definisce anche le prove che devono essere effettuate annualmente e quelle ordinarie a seconda dei tipi di tubi flessibili. 

Questi infatti sono classificati, dalla stessa norma, in funzione della massima pressione di esercizio ed in due gruppi: il gruppo per l’alimentazione degli apparecchi fissi, mobili e ad incasso (identificati come tipi B e C) ed il gruppo per l’alimentazione dei soli apparecchi mobili I tubi per le alimentazioni degli apparecchi fissi hanno una lunghezza definita dalla casa costruttrice e non modificabile in fase di utilizzo, mentre gli altri sono di tipo assemblato, con lunghezza variabile. UNI 10641 2013, canne fumarie collettive a tiraggio naturale

La norma UNI 10641 2013: Canne fumarie collettive a tiraggio naturale per apparecchi a gas di tipo C con ventilatore nel circuito di combustione, progettazione e verifica, definisce per le canne fumarie collettive a tiraggio naturale, i criteri di riferimento per la loro progettazione e le verifiche, quando ad esse sono collegate caldaie di tipo C con un ventilatore nel circuito della combustione. 
Le canne fumarie collettive sono quelle costituite da un unico condotto dei fumi per l’espulsione dei prodotti della combustione degli apparecchi ad esso collegati, generalmente più caldaie appartenenti a diversi piani di uno stesso edificio, mentre la dicitura tiraggio naturale indica l’assenza, nel condotto, di ventilazione meccanica per l’espulsione dei fumi.

Le canne fumarie collettive possono esse classificate in semplici e combinate, le prime possono solo espellere i fumi, invece, le seconde possono addurre alle caldaie collegate l’aria necessaria alla combustione.

Ricordiamo che attualmente la maggior parte delle caldaie ad uso civile sono di tipo C, ossia a camera stagna e tiraggio forzato, più sicure ed affidabili delle vecchie camere aperte, che lasciano intravedere la fiammella della combustione. 
La norma UNI 10641 fa riferimento a tutte le potenze, per i tipi di caldaie descritte, ma non si applica ai camini singoli, così come non si applica alle canne collettiva combinate per apparecchi di tipo C6. 

Gli apparecchi di tipo C6 sono sempre apparecchi di tipo C (a camera stagna e tiraggio forzato) che possono essere acquistati anche senza i kit necessari all’espulsione dei fumi e all’adduzione di aria per la combustione. 

Il riferimento normativo per la progettazione e la verifica dei camini singoli, è la norma UNI EN 13384 parte prima: Camini - Metodi di calcolo termico e fluido dinamico - Parte 1: Camini asserviti a un solo apparecchio. Infine osserviamo che la norma UNI 10641 non fornisce alcuna indicazione in merito all’installazione delle caldaie collegate alle canne fumarie, per le quali il principale riferimento resta la norma UNI CIG 7129 /08, insieme alle indicazioni fornite dalle case costruttrici delle caldaie e quelle indicate dai progettisti dell’impianto gas cui appartengono le canne fumarie.

    lascia un commento