Per continuare ad usare il sito, è necessario accettare i termini e conidizioni e il nostro uso dei cookies

Installazione inclusa - Garanzia 7 anni
Installazione inclusa - Garanzia 7 anni
Ultime Notizie
Obbligo canna fumaria? Solo per le caldaie tradizionali

Obbligo canna fumaria? Solo per le caldaie tradizionali

Obbligo canna fumaria? Solo per le caldaie tradizionali Con il Decreto Legge 18 ottobre 2012, n. 179 è stato modificato il D.P.R. 412 del 1993, la principale legge che regolamenta le canne fumarie delle caldaie a gas per riscaldamento domestico. Con questa nuova modifica legislativa non c'è più nessun obbligo di canna fumaria al tetto in caso di istallazione di caldaie a condensazione a gas con efficienza 4 stelle e certificate con classe NOx 5. L'articolo 53 del DL 179/12 dice: L'articolo 5, comma 9, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, e' sostituito dal seguente: "9. Gli impianti termici siti negli edifici costituiti da più unità immobiliari devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente, fatto salvo quanto previsto dal periodo seguente. Qualora si installino generatori di calore a gas a condensazione che, per valori di prestazione energetica e di emissioni nei prodotti della combustione, appartengano alla classe ad alta efficienza energetica, piu' efficiente e meno inquinante, prevista dalla pertinente norma tecnica di prodotto UNI EN 297 e/o UNI EN 483 e/o UNI EN 15502, il posizionamento dei terminali di tiraggio avviene in conformità alla vigente norma tecnica UNI 7129 e successive integrazioni". Tradotto in parole semplici significa che a partire dal 17 dicembre 2012, giorno di approvazione definitiva del decreto, ogni qual volta si installa una nuova caldaia, sia come primo impianto, sia come sostituzione, non si ha l'obbligo di avere o realizzare la canna fumaria fin sopra il colmo del tetto, solo se si utilizza una caldaia a condensazione (con le caratteristiche accessorie richieste dalla legge). La nuova regola vale in tutti i casi: la semplice sostituzione della vecchia caldaia, la realizzazione di nuovo impianto in un'abitazione precedentemente sprovvista, in caso di distacco della singola utenza dal sistema centralizzato, di trasformazioni dal centralizzato all'autonomo parziale o totale del condominio, ristrutturazioni della totalità dell'impianto termico della singola unità immobiliare o della totalità del condominio, ecc. Nel nuovo testo di legge non si ritrova più la possibilità delle disposizioni legislative locali più severe e restrittive, per cui la norma dovrà essere attuata nello stesso modo e senza eccezioni su tutto il territorio nazionale. Quelle che sono penalizzate dalla normativa sono tutte le caldaie tradizionali (non a condensazione), infatti tutte le vecchie deroghe ed eccezioni all'obbligo della canna fumaria"ex. art. 5 com. 9 del 1993" riportate con dettaglio nel seguito di questo articolo, non sono più valide. Attualmente, se la caldaia è a camera aperta, camera stagna, tiraggio naturale, tiraggio forzato, turbo, a gas, a gasolio, a pellet, a legna, ecc. ma non è a condensazione, esiste l'obbligo di scarico fumi oltre il tetto qualunque sia il tipo di lavori o motivo della sostituzione. Restano valide le eccezioni per gli edifici costituiti da una sola unità immobiliare come le ville (o assimilabili) e quella dell'art. 1 com. 1 lettera f) per le apparecchiature non collegate ad un impianto di riscaldamento, come le stufe ventilate a gas o legna. Per comprendere meglio: le caratteristiche di basso inquinamento (Classe NOx) delle caldaie a condensazione e il posizionamento dello scarico fumi nel rispetto della norma tecnica UNI 7129, consigliamo di leggere il vecchio articolo riportato di seguito. 
Per leggere la normativa sempre aggiornata cerca " D.P.R 26 agosto 1993, n. 412 Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia" su http://www.normattiva.it/ricerca/semplice

    lascia un commento